fbpx

Le bugie sul guadagno online (attenzione nei gruppi Facebook)

8 Febbraio, 2019

Guadagnare online è un sogno di molti, e come tutti i sogni molti cercano di inventare bugie a proposito. Per questo, le bugie sul guadagno online sono veramente una infinità.

In questo breve articolo, fatto più per i social che per i motori di ricerca (chi si occupa di SEO capirà subito perché), vorrei esplorare con te le maggiori menzogne che troverai online.

Per favore, se vuoi evitare di venire inserito in schemi random di guadagno, dai un serio sguardo a quest'articolo. Ti prometto che sarò sintetico e utile!

Perché le bugie sul guadagno online stanno spopolando

bugie sul guadagno online di Giorgio Barillà

Le bugie hanno un solo terreno florido: l'ignoranza.

E non l'ignoranza in senso negativo, eh.

Tutti siamo ignoranti in qualcosa. Io per esempio non so arredare casa, per cui se un arredatore mi dice che un determinato materiale è perfetto io devo fidarmi.

Su Internet però ci fidiamo un po' troppo e di fin troppa gente.

Soprattutto sui gruppi Facebook, dove vengono promosse bugie sul guadagno online a dir poco imbarazzanti.

Il guadagno online attira molti perché la maggioranza delle persone neanche sanno che cosa vuol dire.

Per cui, iniziamo da una "storia vissuta".

Cosa vuol dire guadagnare online

cosa vuol dire guadagnare online

Io guadagno online.

Non le cifre che molti pensano (purtroppo), ma guadagno online.

E sai quante ore lavoro al giorno?

Non so, non le conto più da un po'. Sono fortunato e mi piace il mio lavoro, ma lavoro e studio infinitamente di più di un operaio, di un impiegato o di un freelancer in altri settori.

Questo perché lavoro in un campo che muta sempre, un campo in cui devo anche mantenere un brand (ed è incredibilmente difficile dato che nel mentre devo lavorare per i miei clienti).

Lavoro fino alle 5 di mattina, spesso salto pranzo, viaggio molto, passo giornate di stress estremo, a volte passo 8 ore in videochiamata e consulenze varie.

Lavorare online NON è una pacchia, e non lo sarà mai.

Certo, può dare grandi soddisfazioni, ma chiunque dica che è facile, immediato e passivo MENTE. E te lo dimostrerò in questo articolo.

Iniziamo dal modo più allettante per tutti coloro che si approcciano al guadagno online.

Guadagnare cliccando annunci

Questo modello di guadagno online sta ormai andando in disuso, ma è indubbiamente tra quelli promossi in modo peggiore in assoluto.

"Guadagna facendo quello che fai ogni giorno", dicono, come se io passassi la giornata a cliccare annunci pubblicitari.

Inoltre, il guadagno medio di questi siti si attesta intorno a 0.01 a click o anche meno.

Questo significa che ti servono 100 click al giorno (di cui ognuno deve durare almeno 6 secondi) per guadagnare 1€.

Considerato che per vivere discretamente hai bisogno di almeno 80€ al giorno (considera la tassazione e i giorni di malattia), significa fare 8000 click al giorno.

La maggioranza di quei siti tuttavia non avrà mai 800 annunci da farti cliccare, e sai perché?

Perché è gente come me che compra gli annunci su quei siti. Magari li paghiamo 2 centesimi, e la piattaforma ne ridà uno agli iscritti-

Ma ti assicuro che né io né il 95% dei digital marketers compreranno mai spazi pubblicitari su quei siti.

Senza alcuna conoscenza del settore, puoi capire da te quanto sia irrilevante per me che una persona che viene pagata 1 centesimo per cliccare sul mio annuncio veda il mio sito.

Si tratta di una persona non in target, motivata non solo dai "soldi", ma da pochi soldi.

Quindi non solo è assolutamente improbabile diventerà mai una mia cliente, ma anche lo diventasse sarebbe una cliente senza budget.

Questi sistemi di guadagno si basano da sempre sulla massa, sull'attrarre tante persone e guadagnare sui loro click. Ma è un modello insostenibile e, se qualcuno è bravo a fare questo, ci sono tanti altri business in cui la stessa operazione è molto più remunerativa.

Il network marketing

Ora, il network marketing non è una delle bugie sul guadagno online.

C'è chi guadagna dal network marketing, sia in attivo che in ricorrente.

Tuttavia, il network marketing NON è assolutamente come te lo dipingono, e mai lo sarà.

In questo articolo, cito solo due discrepanze principali, ma ce ne sono centinaia e ci scriverò sicuramente un articolo a riguardo.

PAGATO PER CONSIGLIARE

Quante volte ho sentito la frase "Quante volte vieni pagato quando suggerisci una pizzeria a un amico? Con il network marketing, sempre!".

Intanto: pensa a guadagnare "usando" i tuoi amici e ti ritroverai prestissimo senza amici.

Ma detto questo, il principio stesso per cui il passaparola funziona è che non viene incentivato.

Io mi fido dell'amico che mi consiglia la pizzeria esattamente perché so che il mio amico non viene pagato dalla pizzeria.

Altrimenti stiamo parlando di un commerciale - e mi fido meno.

NIENTE DA VENDERE

Il network marketing è una strategia di distribuzione. Nasce, vive e muore con la vendita di prodotti.

Chiunque dica che il network marketing non si basa sulla vendita, deve dimostrarmi che lui guadagna da qualcos'altro oltre al consumo dei prodotti del network.

Se lo fa, è in un ponzi. Che è una delle bugie sul guadagno online illecite.

Se non ce la fa, allora ho ragione io.

Il network marketing è puramente basato sul volume di vendita dei prodotti dell'azienda.

Per cui, prima di affidarti a un'azienda di network marketing, pensa molto bene al tipo di persona che sei.

Perché anche se può essere estremamente lucrativo, per alcuni può essere estremamente dannoso.

Pagato per i like, come un "influencer"

Gli influencer sono persone in grado di smuovere una fetta di mercato verso l'acquisto di un prodotto.

Sono testimonial, sponsor. Niente di nuovo. Vengono pagati dalle aziende quando queste pensano che il loro pubblico sia "caldo" - pronto a comprare.

Non solo diventare influencer è estremamente difficile e faticoso, ma è anche poco realizzabile per la maggioranza della popolazione.

Quindi, mito sfatato: gli influencer non vengono pagati perché fanno like.

Vuoi che te lo dimostro? Se vuoi, ti compro 500.000 likes per un tuo post su Instagram.

Sai quanti contratti firmerai il giorno dopo? 0.

Appurato questo, esiste davvero il pagamento "per like"?

Sì, esiste, su Cam.TV. E il motivo per cui esiste è che per usare il social ci sono utenti che pagano... e quindi semplicemente è un modo per far girare l'economia interna del social.

Ma per tutti i social cui linfa vitale sono gli annunci (come Facebook e Instagram) questo concetto è del tutto improponibile per le masse.

Raddoppia i tuoi soldi con "gli investimenti"

DoubleUp Mania e Tessline sono i player più grossi del momento sull'argomento del raddoppiare soldi in modi insoliti.

Lo dico qui, in pubblico: io sono dentro DoubleUp.

Ma una cosa è esserci come ci sono io e i miei amici, una cosa è promuoverlo come mezzo per avere uno stipendio alternativo.

Io sono consapevole al 100% che DoubleUp è un modello di business del tutto insostenibile, so che al 99.9% è un ponzi e so che crollerà nell'arco di 12 mesi massimo.

Sto semplicemente giocando.

Posso permettermi di perdere quei 100€ che ho messo dentro.

Ma ci sono persone che hanno messo 3.000€ di risparmi lì dentro, e magari gli servivano per mangiare, sperando che arriveranno a essere milionari nel 2020.

Promuovere opportunità finanziarie di questo tipo deve essere prerogativa di promotori finanziari, non di persone random su Facebook.

Non credere a consigli finanziari di chi non si occupa di finanza.

Monetizzare le tue passioni

Dura verità: a nessuno interessa niente delle passioni che abbiamo come singoli.

Il motivo per cui le persone seguono Messi non è perché è un appassionato di calcio, ma perché ci sono persone pronte a pagare per vederlo giocare.

Il mercato non funziona a passioni, ma con la compravendita di soldi, azioni o attenzione.

Io ho tantissime passioni, ma il mio lavoro è su una di queste. Mica tutte.

Ed è sul digital marketing perché è una passione monetizzabile, al contrario della mia passione per i giochi musicali ad esempio.

Non tutto è monetizzabile su internet.

Conclusioni

Esattamente come nei "Business Fisici" anche quelli digitali devono essere pensati e analizzati. Basta bugie sul guadagno online.

Queste erano 5 delle maggiori bugie sul guadagno online che ho trovato di recente nei gruppi di guadagno online.

Spero queste riflessioni siano state utili a te o a persone vicine a te che cercano di approcciarsi al mondo dell'online.

Guadagnare online è assolutamente possibile, io da sempre promuovo una sana informazione su queste tematiche, ma non è così facile come lo fanno sembrare alcuni marketers.

Spero di esserti stato utile con questo articolo sulle bugie sul guadagno online, se hai voglia lascia un commento per suggerire nuove tematiche o fare ulteriori domande!

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram